Archivio della categoria: Musica

Antiproibizionismo: oltre il ragionevole dubbio c’è l’ottusità

Una fiera di solito non è esattamente un posto dove si fa controinformazione. Non esattamente sempre, perché Canapa Mundi è stata davvero la prima volta in cui ho ritrovato nello spazio caotico e rumoroso di un evento fieristico, qualcosa che

Antiproibizionismo: oltre il ragionevole dubbio c’è l’ottusità

Una fiera di solito non è esattamente un posto dove si fa controinformazione. Non esattamente sempre, perché Canapa Mundi è stata davvero la prima volta in cui ho ritrovato nello spazio caotico e rumoroso di un evento fieristico, qualcosa che

VACANZE ROMANE

Mi sono chiesta molte volte cosa succederebbe se finissi in carcere. Entrando tolgono gli occhiali. E io sono miope. Non puoi lavarti i denti, almeno fino a quando ricevi il primo pacco da qualche familiare, quindi non hai neppure cambi

VACANZE ROMANE

Mi sono chiesta molte volte cosa succederebbe se finissi in carcere. Entrando tolgono gli occhiali. E io sono miope. Non puoi lavarti i denti, almeno fino a quando ricevi il primo pacco da qualche familiare, quindi non hai neppure cambi

Teatri di Vetro 7° edizione, dal 21 aprile

Numerosi saranno i contributi artistici che si alterneranno dal 21 al 30 Aprile 2013 negli altrettanti spazi cittadini del (Palladium, Centrale Preneste, Forte Fanfulla, Fonderie Digitali, lotti di Garbatella) e tutti con tema “io non ho paura”. Un messaggio forte e urgente in un contesto culturale nazionale che è ormai costretto quasi ad auto-alimentarsi.

Teatri di Vetro 7° edizione, dal 21 aprile

Numerosi saranno i contributi artistici che si alterneranno dal 21 al 30 Aprile 2013 negli altrettanti spazi cittadini del (Palladium, Centrale Preneste, Forte Fanfulla, Fonderie Digitali, lotti di Garbatella) e tutti con tema “io non ho paura”. Un messaggio forte e urgente in un contesto culturale nazionale che è ormai costretto quasi ad auto-alimentarsi.

Refuse the hour/Vertical Thinking: il Tempo secondo Kentridge

L’intera ambientazione scenografica a teatro mantiene un aspetto di caloroso raccoglimento, come un paese delle meraviglie in cui persiste l’incoscienza di una possibile minaccia: l’ambientazione anni ’30 e i riferimenti a Oskar Schlemmer e alla Bauhaus creano questa futuristica Repubblica di Weimar, come avrebbe potuto o voluto essere prima della fine.

Refuse the hour/Vertical Thinking: il Tempo secondo Kentridge

L’intera ambientazione scenografica a teatro mantiene un aspetto di caloroso raccoglimento, come un paese delle meraviglie in cui persiste l’incoscienza di una possibile minaccia: l’ambientazione anni ’30 e i riferimenti a Oskar Schlemmer e alla Bauhaus creano questa futuristica Repubblica di Weimar, come avrebbe potuto o voluto essere prima della fine.

Stocos: il gioco d’azione e reazione di Palacio e Romero

Stocos si può quasi definire un gioco d’azione e reazione, in un aggettivo: interattivo. Gli ideatori, Pablo Palacio e Mauriel Romero, assieme a Begoña Quiñones e Daniel Bisig, lo hanno sperimentato di fronte al pubblico, in prima nazionale, il 18

Stocos: il gioco d’azione e reazione di Palacio e Romero

Stocos si può quasi definire un gioco d’azione e reazione, in un aggettivo: interattivo. Gli ideatori, Pablo Palacio e Mauriel Romero, assieme a Begoña Quiñones e Daniel Bisig, lo hanno sperimentato di fronte al pubblico, in prima nazionale, il 18

Story\Time: la scrittura danzata di Bill T. Jones

Nella sua ultima creazione, ispirata a Indeterminacy di John Cage, la Bill T. Jones/Arnie Zane Company lavora sul tempo e sulla memoria, e sul loro perdurare indeterminato nel movimento. Mettendo in gioco le possibilità interpretative dei ricordi e della loro

Story\Time: la scrittura danzata di Bill T. Jones

Nella sua ultima creazione, ispirata a Indeterminacy di John Cage, la Bill T. Jones/Arnie Zane Company lavora sul tempo e sulla memoria, e sul loro perdurare indeterminato nel movimento. Mettendo in gioco le possibilità interpretative dei ricordi e della loro

What an evening for John Cage!

Quasi quattro ore per celebrare più che il compositore, l’artista John Cage. Solo un assaggio, quello di domenica 7 ottobre al Palladium, degli esperimenti compiuti lungo una intera vita, condotta nella spasmodica ricerca della sfumatura, di tutto e del suo

What an evening for John Cage!

Quasi quattro ore per celebrare più che il compositore, l’artista John Cage. Solo un assaggio, quello di domenica 7 ottobre al Palladium, degli esperimenti compiuti lungo una intera vita, condotta nella spasmodica ricerca della sfumatura, di tutto e del suo