Archivio della categoria: Generici

Antiproibizionismo: oltre il ragionevole dubbio c’è l’ottusità

Una fiera di solito non è esattamente un posto dove si fa controinformazione. Non esattamente sempre, perché Canapa Mundi è stata davvero la prima volta in cui ho ritrovato nello spazio caotico e rumoroso di un evento fieristico, qualcosa che

Antiproibizionismo: oltre il ragionevole dubbio c’è l’ottusità

Una fiera di solito non è esattamente un posto dove si fa controinformazione. Non esattamente sempre, perché Canapa Mundi è stata davvero la prima volta in cui ho ritrovato nello spazio caotico e rumoroso di un evento fieristico, qualcosa che

Quando fuori piove

Quando fuori inizia a piovere non penso mai solamente a portare l’ombrello. Studio mentalmente il percorso da fare per arrivare da casa mia all’autobus, perché spesso non riesco ad attraversa la strada a causa dei tombini che si allagano. Mi

Quando fuori piove

Quando fuori inizia a piovere non penso mai solamente a portare l’ombrello. Studio mentalmente il percorso da fare per arrivare da casa mia all’autobus, perché spesso non riesco ad attraversa la strada a causa dei tombini che si allagano. Mi

VACANZE ROMANE

Mi sono chiesta molte volte cosa succederebbe se finissi in carcere. Entrando tolgono gli occhiali. E io sono miope. Non puoi lavarti i denti, almeno fino a quando ricevi il primo pacco da qualche familiare, quindi non hai neppure cambi

VACANZE ROMANE

Mi sono chiesta molte volte cosa succederebbe se finissi in carcere. Entrando tolgono gli occhiali. E io sono miope. Non puoi lavarti i denti, almeno fino a quando ricevi il primo pacco da qualche familiare, quindi non hai neppure cambi

“L’arma” di Amadei, l’identità perduta e la protesta, tra teatro e cinema

Il regista di Venti sigarette porta in scena al Teatro Vascello dal 30 aprile al 12 maggio “la storia di un uomo che scappa in un luogo sperduto e cresce una trovatella come fosse la propria ‘arma per combattere la società'”. Nel cast Giorgio Colangeli, Andrea Bosca e Mariachiara Di Mitri, che hanno raccontato a Paese Sera il progetto della pièce, che porterà a un film: “E’ come se ora stessimo creando alta moda per poi andare a fare i capi prêt-à-porter per il cinema”

“L’arma” di Amadei, l’identità perduta e la protesta, tra teatro e cinema

Il regista di Venti sigarette porta in scena al Teatro Vascello dal 30 aprile al 12 maggio “la storia di un uomo che scappa in un luogo sperduto e cresce una trovatella come fosse la propria ‘arma per combattere la società'”. Nel cast Giorgio Colangeli, Andrea Bosca e Mariachiara Di Mitri, che hanno raccontato a Paese Sera il progetto della pièce, che porterà a un film: “E’ come se ora stessimo creando alta moda per poi andare a fare i capi prêt-à-porter per il cinema”

Stoccolma – Crisi su sfondo svedese

Kali e Todd (intensi e passionali Ketty di Porto e Vincenzo De Michele) sono persi negli entusiasmanti preparativi per il compleanno di lui, senza volersi accorgere che hanno iniziato una danza marina, fatta di violente risacche e celati rancori, di controllo e invasioni, di dubbi e sospetti.

Stoccolma – Crisi su sfondo svedese

Kali e Todd (intensi e passionali Ketty di Porto e Vincenzo De Michele) sono persi negli entusiasmanti preparativi per il compleanno di lui, senza volersi accorgere che hanno iniziato una danza marina, fatta di violente risacche e celati rancori, di controllo e invasioni, di dubbi e sospetti.

Per un teatro del non detto: Rodolfo di Giammarco presenta Nuove drammaturgie in scena

Tre giovani autori. Tre testi inediti. Tre titoli laconici: Sterili, Radici, Peli. Questi gli ingredienti di Nuove drammaturgie in scena, capitolo del progetto La Provincia in scena, realizzato dall’Atcl, Associazione teatrale fra i comuni del Lazio, e promosso dall’Assessorato alle

Per un teatro del non detto: Rodolfo di Giammarco presenta Nuove drammaturgie in scena

Tre giovani autori. Tre testi inediti. Tre titoli laconici: Sterili, Radici, Peli. Questi gli ingredienti di Nuove drammaturgie in scena, capitolo del progetto La Provincia in scena, realizzato dall’Atcl, Associazione teatrale fra i comuni del Lazio, e promosso dall’Assessorato alle

La serata a Colono: manifesto politico per la ribellione

Costretto come un Cristo insofferente, legato alla barella, l’Edipo di Martone è interpretato in modo toccante da Carlo Cecchi, il cui progetto per la messa in scena della Serata aveva inseguito fin dal 1968, anno di pubblicazione all’interno della raccolta di poesie di Elsa Morante Il mondo salvato dai ragazzini.

La serata a Colono: manifesto politico per la ribellione

Costretto come un Cristo insofferente, legato alla barella, l’Edipo di Martone è interpretato in modo toccante da Carlo Cecchi, il cui progetto per la messa in scena della Serata aveva inseguito fin dal 1968, anno di pubblicazione all’interno della raccolta di poesie di Elsa Morante Il mondo salvato dai ragazzini.