Life Is So Contemporary: al via la decima stagione del Palladium

palladium 2Un piano inclinato. È questa l’immagine realizzata da Marco Delogu e scelta da Romaeuropa e dall’Università Roma Tre per la stagione 2013 del Palladium. Un piano inclinato che denuncia un disequilibrio, dovuto al peggioramento delle politiche culturali, ma che evidenzia anche la necessità di forme e sguardi diversi. “Non un unico pensiero totalizzante – sottolinea il curatore Fabrizio Grifasi, direttore della Fondazione – ma un altro modo di ripensare il contemporaneo attraverso opere forti e diversi cuori, iniziative, collaborazioni, rassegne”.

Teatro, danza, musica, arte, cinema: dal 17 gennaio al 16 giugno sono oltre quaranta gli appuntamenti previsti per questo decimo anniversario, che conferma la vocazione internazionale e il forte radicamento nel territorio, che propone scelte artistiche di grande qualità, percorsi coraggiosi e estetiche differenti.

Si apre con il ritorno di Alessandro Baricco, che nel 2004 aveva inaugurato la prima stagione con l’idea che “il teatro fosse un luogo illuminato in cui passava il mondo e che spettasse a noi dare la luce creando esperienze forti”. Le Palladium Lectures, quattro appuntamenti dedicati al Gusto, al Tempo, alla Giustizia, alla Scrittura, saranno trasmesse in live streaming su Repubblica.it.

pinocchio

Intense, forti, provocatorie le proposte teatrali: in apertura l’indagine cruda, spietata, violenta, sulla realtà di Babilonia Teatri, in cartellone con due titoli, De Rerum Natura, spettacolo sulle fasi della vita, e Pinocchio, un progetto sul risveglio in collaborazione con Gli Amici di Luca, che vede sul palco tre attori con esiti di coma. Presenta la seconda parte della Trilogia della gioia il Teatro Valdoca. Firmato da Cesare Ronconi, Ora non hai più paura è scandito dalla poesia di Mariangela Gualtieri e dalle musiche di Enrico Malatesta. Si incontrano in Poco lontano da qui i corpi e le voci di Chiara Guidi e Ermanna Montanari e le Lettere dal carcere di Rosa Luxemburg. Invadono l’Opificio con l’installazione Rzeczy/cose e il palco del Palladium con lo spettacolo Reality Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, che si confrontano con la realtà, con l’intimità, con gli aspetti inessenziali della quotidianità. Sono Discorsi alla Nazione di aspiranti tiranni quelli portati in scena da Ascanio Celestini nel suo nuovo spettacolo presidenziale. Una collaborazione con il Teatro di Roma per The Suit, ultima produzione di Peter Brook ispirata all’omonimo romanzo di Can Themba.

A trent’anni dal debutto Enzo Cosimi ripropone il viaggio visionario intrapreso con Calore, “spettacolo che ha aperto le porte alla coreografia d’autore italiana, che in un primo momento fu scoperto dal teatro e rifiutato dalla danza”, mentre Ambra Senatore racconta in John l’agire quotidiano. Incontri, performance, indagini sulla scrittura coreografica, inoltre, sono previsti all’Opificio Telecom Italia con Wainting For Dna.

armando-punzo_foto-di-carlo-gattai

Due importanti appuntamenti in collaborazione con la quarta edizione di La Provincia in scena, manifestazione promossa da Provincia di Roma e Atcl: dal carcere alla piazza al palco del Palladium con Armando Punzo. Mercuzio non deve morire, progetto nato con i detenuti attori della Compagnia della Fortezza, spettacolo di massa che è esploso in Val di Cecina coinvolgendo migliaia di persone e che aspira a diventare un film, approda nel cuore della Garbatella con esiti tutti da scoprire.

Sterili, Radici, Peli: tre titoli essenziali per Nuove Drammaturgie in scena, rassegna curata da Rodolfo di Giammarco, che sceglie autori giovanissimi e teatranti non spesso impegnati a lavorare con opere prime. Incesti, abusi, passioni impossibili per Fabrizio Arcuri, alle prese con Sterili di Maria Teresa Berardelli. È la storia di un ritorno, di un rapporto sepolto, del ritrovarsi di un uomo e una donna quella scritta da Niccolò Matcovich in Radici e portata in scena da Massimiliano Civica. In Peli di Carlotta Corradi c’è un gioco metateatrale, una partita a carte, uno svelare dell’umanità e dell’animalità, per la regia di Veronica Cruciani.

E ancora: ci sono quattro titoli estratti dalla vetrina Puglia in scena, gli appuntamenti musicali con l’Orchestra di Roma Tre e la Scuola Popolare di Musica di Testaccio, Cortoons, il festival di cortometraggi, Roma3FilmFestival tra cinema e videoarte, e, non ultima, la rassegna ideata da Triangolo Scaleno Teatro e diretta da Roberta Nicolai, Teatri di vetro, giunta alla settima edizione.

Il programma completo della stagione su Romaeuropa.

Rossella Porcheddu

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: